O BITCOIN MERGULHA ABAIXO DE $10.000 COMO SUPORTES DE PRESSÃO DE VENDA: $75M LIQUIDADOS

  • O Bitcoin continuou a mergulhar depois de manter acima de $11.000 na quarta-feira.
  • A principal moeda criptográfica agora negocia por $10.100 a partir da redação deste artigo, tendo caído brevemente abaixo de $10.000 apenas alguns minutos atrás.
  • Milhões de posições foram liquidadas, já que a principal moeda criptográfica deslizou para baixo.

BITCOIN ACABOU DE IMPRIMIR UM PREÇO ABAIXO DE 10.000 DÓLARES

O Crypto Genius acabou de escorregar abaixo de $10.000. A principal moeda criptográfica só esteve por um momento abaixo desse ponto de preço central, mas foi algo notado por muitos comerciantes no Twitter.

Esta forte perna inferior liquidou 75 milhões de dólares de posições longas somente na BitMEX. Isto se somou aos US$ 100 milhões de liquidações que ocorreram hoje cedo.

Os investidores estão atualmente em descrença, tentando argumentar que o ativo permanece acima dos níveis de apoio pivotal.

O nível mais importante que os investidores estão de olho atualmente é a faixa de $9.500-9.600, onde o BTC lutou para quebrar o passado durante junho e julho.

PERSPECTIVAS A LONGO PRAZO AINDA EM ALTA

As perspectivas a longo prazo da BTC continuam otimistas, dizem os analistas.

Mike McGlone, o analista sênior de commodities da Bloomberg Intelligence, comentou em um relatório de pesquisa sobre criptografia:

„O Bitcoin está refletindo o retorno de 2016 a seu pico anterior. Essa foi a última vez que o fornecimento foi reduzido pela metade, e o terceiro ano após um pico significativo“. Nosso gráfico mostra o tempo de marcação do Bitcoin por um terceiro ano após o rally parabólico de 2017… Avanço rápido quatro anos e o segundo ano após o declínio de quase 75% em 2018, o Bitcoin se aproximará do recorde de cerca de US$ 20.000 este ano se seguir a tendência de 2016″.

Outros pensam que $20.000 vem este ano devido a tendências fundamentais.

Bitcoin potrebbe seguire le azioni e l’oro verso il basso

Il 2020 è stato un anno di svolta per l’economia globale. Anche i cosiddetti beni rifugio non sono stati risparmiati dalla diffusa volatilità. L’attuale crisi sanitaria minaccia di spingere molte grandi economie in grandi depressioni. Da marzo, i blocchi economici e totali sono diventati all’ordine del giorno e potrebbero essere reintrodotti con la seconda ondata che minaccia di colpire duramente.

In particolare, i mercati tradizionali si sono già rivolti verso il pulsante del panico in mezzo alla crescente incertezza economica. La colpa è della pandemia e delle imminenti elezioni presidenziali negli Stati Uniti. Gli investitori sembrano prepararsi al peggio e ora preferiscono vendere tutto in cambio di denaro. Le vendite hanno distorto le correlazioni comuni e le reazioni del mercato agli ambienti di rischio e di rischio.

Dramma preelettorale

Nonostante il tentativo di riprendersi dai livelli di ipervenduto, i mercati azionari globali sono in procinto di registrare la loro prima chiusura mensile ribassista da marzo. D’altra parte, l’oro è scambiato al di sotto dei 1.900 dollari per la prima volta dall’inizio di agosto.

Gli investitori sono attualmente alla ricerca di alcune notizie economiche positive e di commenti meno colombiani da parte dei funzionari della Federal Reserve per determinare se le azioni hanno toccato il fondo in settembre e potrebbero essere pronti per una ripresa sostenibile nei prossimi mesi.

Il presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, e gli altri responsabili politici si riuniscono questa settimana, ma non hanno ancora dato ai mercati il tanto agognato respiro. Ma gli analisti dicono che l’attuale turbolenza rimarrà gravemente violenta fino alla fine delle elezioni presidenziali negli Stati Uniti.

Correlazioni Bitcoin e oro

Molte volte in passato, il Bitcoin Rush è stato spesso considerato un bene rifugio e una copertura contro l’inflazione che lo rende positivamente correlato all’oro. Tuttavia, la dichiarazione funziona quando gli investitori vogliono proteggere la loro ricchezza dalla svalutazione e da molti altri rischi economici.

Nel frattempo, le crescenti tensioni geopolitiche e le crescenti incertezze globali spostano BTC nel campo degli asset a rischio e la rendono abbastanza correlata ai titoli. Ora, gli investitori hanno molti motivi per farsi prendere dal panico:

L’Europa sembra essere sull’orlo di un altro blocco, dato che ogni giorno vengono registrati da 40.000 a 50.000 nuovi casi di COVID-19. Alcuni paesi hanno imposto nuove restrizioni anche se la Gran Bretagna considera ancora una volta la quarantena a tutti gli effetti.

Gli Stati Uniti sono in forte fermento prima delle elezioni. La morte del giudice della Corte Suprema Ruth Bader Ginsburg ha aumentato la lotta per le elezioni presidenziali tra il presidente Trump e il candidato Joe Biden. Il Senato è controllato dai repubblicani e sembra essere ansioso di far passare un altro giudice prima delle elezioni di novembre.

La tensione tra Stati Uniti e Cina infuria anche quando i media statali cinesi denunciano l’accordo TikTok come „una trappola americana“ e „un trucco sporco e subdolo“.

L’indice di volatilità (VIX) viene utilizzato per misurare la volatilità implicita nell’S&P 500 e si è scatenato per la seconda volta a settembre, superando i 30 dollari. L’indice aumenta soprattutto durante gli eventi scioccanti come gli attacchi terroristici e le guerre. Scambia al di sotto dei 20 dollari quando tutto è a posto e calmo. È salito sopra i 30 dollari mentre i mercati hanno continuato a scendere. Il livello di 30 dollari funge da limite superiore per diversi eventi sconvolgenti come le guerre.

Il futuro

Considerando i fatti sopra esposti, Bitcoin potrebbe anche diventare vulnerabile per ulteriori vendite; fintanto che i mercati globali sono afflitti da un’elevata volatilità e da livelli di incertezza. L’ammiraglia della crittovaluta scenderà in mezzo al volo per fiat in tutto il mondo; e comincerà a riprendersi dopo che le cose si saranno calmate.

Bitcoin tende ad essere volatile prima delle elezioni americane e si calma dopo, come ha detto Charles Edwards del Capriole Fund nel recente tweet. Il tempo del panico normalmente distorce i modelli di correlazione, il che significa che i paralleli tra oro e bitcoin, azioni o qualsiasi altro bene sono semplicemente inutili.

Il mercato è noto per vendere tutto per ottenere denaro contante come l’attività più liquida e il principale mezzo di scambio. I vantaggi e i benefici del denaro digitale rispetto al fiat sono abbastanza evidenti. Tuttavia, il denaro contante rimane indomito nel breve termine.

Passando al punto di vista tecnico, BTC/USD deve riguadagnare un po‘ di terreno al di sopra degli 11.000 dollari per assicurarsi uno slancio al rialzo e poi ritestare la successiva resistenza psicologica di 12.000 dollari. Nel frattempo, una mancata permanenza al di sopra dei 10.400 dollari potrebbe attrarre più venditori sul mercato; il che si tradurrà in una correzione più profonda con una prima focalizzazione sui 10.000 dollari e poi sui 9.800 dollari.